Google

Gli studi clinici

La biodisponibilità

Absorption Level Analysis

Una quantità significativa di risorse sono stati assegnati dal nostro partner di lunga data di collagene, sia verso una migliore comprensione della biodisponibilità del nostro materiale collagene, e una composizione peptide ottimizzato, fornendo la massima efficacia, e non semplicemente focalizzato sul peso molecolare.

Come tale, il nostro prodotto si differenzia da quasi ogni altro supplemento di collagene disponibile, con la ricerca e sviluppo incentrato specificamente su due dipeptidi:
• prolyl-Hydroxyproline (Pro-Hyp, o PO)
• Hydroxyprolyl-Glycine (Hyp-Gly, o OG)

E 'stato riportato da Liu et al. che PO e OG non erano facilmente ripartiti durante il processo di assorbimento intestinale1. Questi risultati suggeriscono che, a causa della loro struttura caratteristica, PO e OG sono difficilmente spaccati da peptidasi specifica-prolina nel sangue e durante il processo di permeazione intestinale, il che significa che queste sostanze sono scarsamente metabolizzati2, portando ad un maggiore assorbimento nel sangue.

L'analisi è stata effettuata utilizzando il modello Caco-2 strato di cellule, che è ampiamente utilizzato in tutta l'industria farmaceutica per predire l'assorbimento. Come mostrato nel grafico, nostra collagene raggiunto un elevato livello di assorbimento rispetto ai concorrenti, principalmente a causa l'elevato rapporto di PO e di OG.

Salute della pelle

Skin Moisture

Skin Texture

UV Spots

E 'stato riportato in Scienze della Salute Vol. 28 Non. 2 2012, e altrove, che un collagene idrolizzato oralmente ingerita è più probabile essere trasportato cutanea umana e tessuti epidermici attraverso i vasi sanguigni periferici in forma di di- e tripeptidi dopo essere stato assorbito nel sangue. Prole-idrossiprolina (Pro-Hyp, di PO) e Hydroxyprolyl-Glycine (Hyp-Gly, o OG) sono due principali componenti del loro3-7.

PO è stato segnalato per stimolare la proliferazione cellulare, la crescita cellulare e la sintesi di acido ialuronico in fibroblasti dermici in coltura8, 9. OG anche migliorato la crescita cellulare di fibroblasti primari in misura superiore PO6.

L'umidità della pelle

Nel caso di uno studio umidità della pelle, come riportato nel 6 ° Società Giapponese per Amino Acid Scienze (JSAAS), Riepilogo p56, 2012, un metodo randomizzato in doppio cieco è stato impiegato con l'ingestione giornaliera di 5 g di collagene e placebo per 8 settimana. I soggetti erano donne giapponesi sani di età compresa tra 35 a 55 anni con un sintomo personale di rugosità della pelle o pelle secca.

L'analisi è stata eseguita da un Corneometer, un metodo consolidato e riconosciuto a livello internazionale per determinare riproducibile e con precisione il livello di idratazione della superficie cutanea.

Risultati, come mostrato nel grafico a destra, mostra ovunque da 200% a più 1000% miglioramento nella umidità della pelle, con cambiamento significativo visto in appena 4 settimana.

STRUTTURA DELLA PELLE

Come parte dello stesso studio contenente i risultati umidità della pelle sopra, Texture pelle è stata analizzata, con la valutazione clinica effettuata da un medico specialista.

Risultati, come mostrato nel grafico a destra, mostrano maggiore di un 15% miglioramento rispetto 0 a 8 settimana, con il continuo miglioramento rispetto sia al gruppo placebo, e il periodo di valutazione precedente.

SPOTS UV

Nel caso di uno studio macchia UV, un metodo randomizzato in doppio cieco è stato impiegato con l'ingestione giornaliera di 5 g di collagene e placebo per 8 settimana. I soggetti erano donne giapponesi sani di età compresa tra 35 a 50 anni con un sintomo personale di rugosità della pelle o pelle secca.

Spot UV sono stati esaminati utilizzando VISIA II, un metodo che rileva più caratteristiche, incluse macchie UV sulla superficie facciale mediante analisi di immagine, e valuta i rapporti di quota in proporzione al totale delle dimensioni misurate come punteggio assoluto.

Queste misurazioni sono state effettuate prima del primo ingestione, 4 settimane e 8 settimane dopo l'ingestione.

Per l'ingestione del placebo, non sono state osservate variazioni, mentre l'area di macchie UV diminuita di oltre 20% tra il primo ingestione e sia la 4 settimana e 8 Punti settimana dopo l'ingestione.

Dipeptidi prolyl-Hydroxyproline (Pro-Hyp, o PO) e Hydroxyprolyl-glicina (Hyp-Gly, o OG) sono suggeriti per modulare le cellule e la matrice extracellulare nella pelle. Si ritiene pertanto che i peptidi ridurre l'area di macchie UV di pelle umana modulando derma, e probabilmente l'epidermide.

Giunto Salute

Joint Health Collagen

Joint Health Placebo

In caso di artrosi del ginocchio (KOA) studio, come riportato nel 4 Società Giapponese per Amino Acid Sciences (JSAAS), Riepilogo p67, 2010, uno studio randomizzato in doppio cieco, Metodo controllato con placebo è stato impiegato con l'ingestione giornaliera di 10g di collagene e placebo per 13 settimana.

Il 32 soggetti sono stati documentati per avere Grade 2-3 KOA, ed erano in buona salute.

Della 32 soggetti dello studio, 12 erano nel gruppo di controllo con placebo. Tutti sono stati valutati sia da WOMAC e VAS punteggio.

La VAS, o scala analogica visiva per il dolore, è una misura unidimensionale dell'intensità del dolore10, che è stato ampiamente utilizzato in diverse popolazioni adulte, compresi quelli con malattie reumatiche11-14. E 'condotto dai medici, chiedere a un paziente di classificare il loro dolore su una scala da 0 a 100. Il risultato è espresso come differenza tra il primo e l'ultimo valutazioni.

Come si può vedere dai risultati nei grafici a destra, superiore 63% del gruppo a base di collagene ha riportato una buona o migliore miglioramento> 30, mentre e percentuale ancora maggiore del gruppo di controllo con placebo ha riportato alcun miglioramento a tutti.

In applicazioni farmaceutiche, il punteggio obiettivo VAS è 50% o maggiore. Pertanto, 63% è considerato un miglioramento significativo, soprattutto in un'applicazione integratore alimentare.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

1 Liu C, et al., Biosci. Biotecnologia. Biochem, 73: 1741-1747 (2009)
2 Weiss PH, et al., J. Wink. Investire, 48: 1-10 (1969)
3 K patate, J. Agric. Cibo Chem., 2005; 53: 6531-6536
4 Ohad H, J. Agric. Cibo Chem. 2007: 55; 1532-1535
5 Ichikawa S, Int. J. Cibo Sci. Nutr., 2010; 61: 52-60
6 Shigemura Y, Cibo Chem., 2011; 129: 1019-1024
7 Sugihara F, J. Biosci. Bioeng. 2012; 113: 202-203
8 Shigemura Y, J. Agric. Cibo Chem., 2007; 55: 1532-1535
9 Ohara, H, J. Dermatol., 2010; 37; 330-338
10 McCormack HM, Horne DJ, Sheather S. Applicazioni cliniche di scale analogiche visive: una revisione critica. Psicologia Med 1988;18:1007-19
11 Huskisson EC. Misurazione del dolore. Lancetta 1974;2:1127-31
12 Downie WW, Leatham PA, Rhind VM, Wright V, Branco JA, Anderson JA. Studi con scale di valutazione del dolore. Ann Rheum Dis 1978;37:378 - 81
13 Huskisson EC, I Wojtulewski, Berry H, Scott J, Hart FD, Balme HW. Trattamento dell'artrite reumatoide con fenoprofen: il confronto con l'aspirina. Con Br J 1974;1:176 - 80
14 Berry H, Huskisson EC. Trattamento di artrite reumatoide. Prove Clin J 1972;4:13-5